Concorsi Letterari


Partecipare o non partecipare? Questo è l’amletico dilemma che si pone una larga parte degli autori emergenti, poeti o narratori che siano. Se da un lato, infatti, i concorsi letterari rappresentano un importante trampolino di lancio per farsi leggere e giudicare da “addetti ai lavori” come editori, critici e talent scout, dall’altro alcune vittorie troppo scontate o troppo inverosimili inficiano il lavoro serio ed onesto di chi invece con passione e dedizione li organizza. Come trovare il bandolo di una matassa così intricata? Affidarsi intanto a case editrice ed organizzazioni culturali che abbiano alle spalle un nome da salvaguardare, e prediligere poi i concorsi gratuiti o con tassa di lettura/quota di iscrizione ragionevole. In questo ambito, infatti, non è detto che la qualità debba essere necessariamente proporzionale al prezzo.

E’ bene inoltre ricordare a se stessi che scrivere è prima di tutto un’esigenza personale ed individuale che arricchisce e migliora chi la coltiva. La fama e la gloria – così tanto agognate di questi tempi – sono solo accessori, splendidi gioielli che possono rendere una donna più elegante e preziosa, ma non più bella.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: