Lentamente muore. Paternità o maternità?


La poesia più inflazionata nella rete è senza dubbio “Lentamente muore“, ed i motivi sono facili da comprendere. E’ un componimento estremamente musicale, cadenzato, semplice ma d’effetto, che suscita nel lettore un immediato turbamento ed una straordinaria immedesimazione. E’ una poesia per così dire: empatica. Ebbene, nonostante sia stata chiarita in più luoghi la paternità, anzi la maternità di questa lirica, digitando il titolo nei motori di ricerca si continua ad avere a distanza di tempo sempre lo stesso risultato: “Lentamente muore” di… Pablo Neruda. Idem in profili di utenti, post, etc. Invece no!

Lentamente muore” (originale “A Morte Devagar“) – ribadiamolo – è stata scritta nel 2000 da Martha Medeiros, ormai più famosa per questa enorme bufala che per il suo serissimo lavoro di giornalista e di scrittrice. Mi sembra un po’ come il “Non ti curar di lor ma guarda e passa” che ormai è diventata la versione ufficiale della più veritiera: “Non ragioniam di lor ma guarda e passa“.

 

Martha Medeiros, a questo punto è doveroso aggiungere qualche parola su questa donna, è nata a Porto Alegre nel 1961. Giornalista per i giornali Zero Hora e O Globo (stampato questo a Rio de Janeiro) e navigata scrittrice ha all’attivo ben 17 pubblicazioni. L’ultima in ordine cronologico è intitolata Mucche e Babbo Natale (2008).

 

 

 


Annunci

One response to “Lentamente muore. Paternità o maternità?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: